FILIERE CORTE E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

Percorso didattico sui temi della sostenibilità ambientale promosso da Federconsumatori dal 201112 e attualmente rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del territorio emiliano-romagnolo.

L’obiettivo primario del progetto è quello di sensibilizzare ed educare gli alunni e le loro famiglie sui temi del consumo critico e sostenibile in tutti gli aspetti della vita quotidiana, dall’utilizzo delle risorse energetiche e delle nuove tecnologie alla scelta dei prodotti al supermercato, partendo da esperienze pratiche e concrete.

La proposta si inserisce nell’ambito delle campagne di comunicazione e sensibilizzazione che Federconsumatori propone sui propri territori di competenza, e si rivolge alle alunne e agli alunni delle scuole primarie e secondarie di I e II grado della provincia di Ravenna e Parma ma è estendibile anche agli altri territori della Regione Emilia-Romagna.

Le attività proposte riguardano 4 diversi ambiti tematici:
Consumo critico e consapevole, con particolare attenzione alle filiere di prodotto alimentare e non, e alle buone pratiche da mettere in atto per diventare consumatori sempre più responsabili;
Uso corretto e responsabile delle nuove tecnologie, riferito in particolare all’utilizzo di computer, cellulari e Tablet da parte delle ragazze e dei ragazzi evidenziandone i vantaggi ma anche i possibili pericoli e insidie;
Fake news: percorso ideato per contrastare la disinformazione e la diffusione di notizie false, con particolare attenzione a come accedere a notizie verificate ed attendibili.
Ludopatie: questo percorso tratta temi di attualità legati ad una delle forme di dipendenza della società moderna che coinvolge sia adulti che giovani e giovanissimi: il web! L’obiettivo è la prevenzione e il contrasto di comportamenti poco responsabili e pericolosi per la salute legati all’utilizzo di videogiochi, sia su Internet che offline.

Le metodologie che Atlantide propone vengono selezionate tra quelle che risultano più efficaci in termini di di crescita sociale, apprendimento, coinvolgimento, responsabilità e inclusività, come ad esempio il “learning by doing“, gli “alberi per discutere” e il “role playing“.

Il progetto si articola in uno o due incontri in aula della durata di due ore, a seconda del tema scelto. A completamento del percorso didattico con le classi, sono previsti inoltre incontri tematici con le famiglie, con approfondimenti guidati da esperti del settore.