Le Voci del Delta

15 ottobre 16:30, 22 ottobre 16:30, 29 ottobre 16:30

I primi 3 appuntamenti con i concerti organizzati da Romagna Musica
LE VOCI DEL DELTA

 

Al Parco Naturale di Cervia

Domenica 15 ottobre ore 16.30
BOLOGNA TRA LE CORDE
Antonio Stragapede e Daniele Dall’Omo (chitarrista di Paolo Conte)

Esiste un gusto del “respiro” musicale intimamente connesso con la nostra storia, la nostra terra emiliana e con i passi di danza della nostra gente.
Con questo concerto, composto prevalentemente di brani scelti tra il repertorio dei fisarmonicisti e suonatori di organetto bolognesi, si è voluto non soltanto contribuire alla rinascita di un repertorio di straordinaria bellezza, a rischio di estinzione, ma anche – e soprattutto – riappropriarci di un modo di “sentire” e suonare, di trattare il ritmo i suoni e le dinamiche, tipicamente “italiano”.
Si sa, Le chitarre nella nostra tradizione hanno sopratutto funzione ritmica e armonica, di accompagnamento, quasi mai melodica ma, attraverso un attento lavoro di arrangiamento, antonio e daniele, sono riuscite a renderle protagoniste, trasformando un repertorio prevalentemente pensato per il ballo in un lavoro per due chitarre tecnicamente impegnativo ed, al contempo, fresco e raffi nato.
Dal 1991 Daniele Dall’Omo è il chitarrista di Paolo Conte

“…ascoltando le due chitarre rincorrersi in modo limpido, intrattenersi nel virtuosismo tecnico e subito dopo nella dolcezza e nell’attesa nostalgica, e ancora più avanti nel contrappunto entusiastico: poter partire per un viaggio nuovo, tutto nuovo, e portarsi dietro la memoria, la propria storia, i linguaggi del proprio sentire il mondo. E tra questi la musica, anche quella appena ascoltata, con la sua specifica identità di essere fatta proprio di “nuovo” e di memoria […] Nel loro repertorio, Dall’Omo e Stragapede hanno inserito una serie di brani ripresi dalla tradizione bolognese, tra valzer e polca, e li hanno impreziositi con i loro arrangiamenti di alta tecnica, per cui si crea una felice combinazione di popolare e colto, che ha molto da dire in un’epoca di omologazione delle espressività. L’arte è sempre manutenzione poetica dei linguaggi, contro il grigiore comunicativo moderno, amplificato da una comunicazione mediatica sempre più bulimica e inautentica..” FRANCO IANNELLI

 

Domenica 22 ottobre ore 16.30
SURREALISTAS

I SuRealistas sono tre fratelli argentini…E cinque fratelli acquisiti! Scrivono e cantano in spagnolo, mescolando ritmi caraibici e intimità da cantautore, spirito porteño e sonorità brasiliane senza mai allontanarsi dalla loro idea di musica, fatta di ironia, esuberanza e interazione con il pubblico.

Dopo anni di continui esperimenti, nel 2016 i SuRealistas diventano un sestetto e registrano un album di inediti. Un anno dopo, la band è già diventata un ottetto con doppio frontman, fiati, pianoforte, chitarre, basso e percussioni.

A inizio 2017 il sestetto diventa un ottetto. Grazie alle composizioni di Jeremías e Joaquín, il repertorio è ormai completamente originale, seppur fortemente legato alla tradizione latinoamericana e a ritmi argentini, caraibici e brasiliani. Il 2017 è anche l’anno dei primi concerti a Bologna (Circo Paniko+Side Kunst Cirque) e Firenze (BUH) e della “Dinamite Bengalista”: un centrifugato di Surealistas, Dinamitri Jazz Folklore e Bengala che chiude in bellezza la stagione dell’Exwide di Pisa

Line Up: Jeremías Cornejo: voce, chitarra, ukulele | Francesco Messina: voce, percussioni | Agustín Cornejo: voce, chitarra | Mauro La Mancusa: tromba | Joaquín Cornejo: sax alto, pianoforte | Gianni Valenti: sax tenore | Matteo Bonti: contrabbasso | Pietro Borsò: percussioni

 

Domenica 29 ottobre ore 16.30
PONZI DUO

Il duo formato dal percussionista Edoardo Ponzi e dal pianista Daniele Incerti nasce nel 2016 da un’idea dei due musicisti stessi di dare vita ad un progetto moderno ed originale, che tenesse conto delle esperienze di studio e delle attività concertistiche dei due giovani musicisti. Il progetto, costruito sull’idea di spaziare dalla musica scritta a quella improvvisata, propone musiche di compositori, principalmente del’900, che lasciano aperte le porte a queste due dimensioni. L’originalità è data anche dall’organico del duo, che, seppur già visto e presentato da musicisti ineguagliabili e di altissimo spessore come Gary Burton e Makoto Ozone, vede il vibrafono, strumento molto utilizzato nel jazz, interagire con il pianoforte.

 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Al Museo NatuRa di Sant’Alberto
4 novembre
  – QUINTANA
5 novembre  – Aperitivo con I CUOCHI MUSICI

A Casa Monti – Alfonsine
18 novembre  – ANGELO COMISSO
19 novembre – ARTURO STALTERI

 

Scarica la locandina della rassegna

PER INFORMAZIONI 0544 995671