Nel mezzo del cammin di una vignetta… Dante a fumetti

1 luglio 00:00, 3 ottobre 00:00

Dal 1° luglio a ottobre all’interno della Rocca è presente la mostra “Nel mezzo del cammin di una vignetta… Dante a fumetti” inclusa nel biglietto d’ingresso.
È una finestra simpatica e originale sugli accostamenti a fumetti alla Commedia e al suo padre Dante, recenti o più datati, a strisce o in grandi tavole, in bianco e nero o con l’utilizzo del colore. Undici le sezioni, accompagnate da volumi originali, sagome e curioso merchandising. Tra le opere più complesse, va senz’altro citata l’edizione integrale della Divina Commedia di Marcello Toninelli, che dal 1969 non ha perso la sua originale carica umoristica, anzi. E come tacere della ponderosa versione manga di Go Nagai, uno dei maestri riconosciuti del fumetto mondiale, padre di robottoni come Goldrake e Jeeg? L’elenco è lunghissimo e comprende anche le numerose incursioni in ambito dantesco targate Disney, dal primo Inferno di Topolino al più recente Inferno di Paperino. Del viaggio dell’Alighieri si ride, insomma, e lo si fa volentieri soprattutto tra i gironi infernali e i dannati d’ogni risma. Dei tre libri, infatti, l’Inferno è quello più gettonato dalle nuvole parlanti, come testimoniano le incursioni del grande Jacovitti e del simpatico diavoletto Geppo. Il fumetto di stampo avventuroso trova spunti da sviluppare nella vicenda biografica dello stesso Sommo Poeta. È il caso dei cineromanzi degli anni 50 e 60 apparsi su testate prestigiose come il Vittorioso e il Giornalino, ma anche di pubblicazioni più recenti, con protagonisti personaggi famosi tra i lettori di oggi come Dampyr, Martin Mystère, Nathan Never e Lazarus Ledd.
A cura di Paolo Guiducci e Loris Cantarelli del Cartoon Club Rimini