Servizio Civile


Atlantide sta collaborando con Arci Servizio Civile per la progettazione del nuovo bando del Servizio Civile Universale SCU del 2023

Atlantide per il 2023 partecipa con 2 progetti:
PRONTI AL CAMBIAMENTO? READY FOR CHANGE? 2023 – Presenta la tua domanda 
PALCOSCENICI, ARCHIVI E BENI CULTURALI – Presenta la tua domanda 
Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre il 10 febbraio 2023 alle ore 14.

Caratteristiche del servizio civile

Localizzazione delle 7 posizioni disponibili:
– 2 in sede, nell’area educazione ambientale e alla sostenibilità (Cervia, RA)
– 1 per Casa delle Farfalle Milano Marittima (Cervia, RA)
– 1 per il Museo NatuRa (Sant’Alberto, RA)
– 1 per le Vallette Di Ostellato (Ostellato, FE)
– 1 per Parco Poesia Pascoli (San Mauro Pascoli, FC)
– 1 per Museo Archeologico di Verucchio (Verucchio, RN)

PRONTI AL CAMBIAMENTO? READY FOR CHANGE? 2023 – Invia la tua candidatura

Durata: 12 mesi
Settore progetto: ambiente / patrimonio ambientale e riqualificazione urbana – salvaguardia e tutela di Parchi e oasi naturalistiche, biodiversità e sostenibilità
Titolo del progetto: Pronti al cambiamento? Ready for change? 2023
Scarica la scheda progetto completa 

Il progetto “Pronti al cambiamento? Ready for change?”, attuato da Atlantide Soc. Coop. Sociale p.a. nel territorio romagnolo (inteso come territori provinciali di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena e Rimini), mira a impattare sulla disinformazione e sull’indifferenza relativa alle questioni ambientali e, di conseguenza, sulla necessità di tutelare la biodiversità del territorio emiliano-romagnolo per raggiungere il risultato di determinare un cambiamento concreto nella mentalità delle persone, turisti e cittadini, bambini e adulti, per un futuro all’insegna della sostenibilità.

Sede operativa di Atlantide (2 posizioni aperte)
Soggetto proponente: Atlantide
Presso la sede operativa di Atlantide progettiamo percorsi e attività didattiche, campagne di comunicazione, iniziative e servizi formativi e divulgativi sui temi dell’ambiente e della sostenibilità, per studenti, turisti e cittadini sia italiani che stranieri, avendo come committenti  principalmente enti pubblici e privati, aziende, associazioni e scuole dei diversi ordini e gradi.  Atlantide lavora in due grandi aree: Parchi Musei Territorio (con la gestione di musei e parchi tematici educativi) e Comunicazione Ambiente Sostenibilità (con la realizzazione di progetti didattico educativi rivolti principalmente alle scuole.

In entrambe le aree, in cui opera di oltre 30 anni, Atlantide ha numerosi obiettivi comuni:

  • informare il pubblico sullo stato attuale della ricerca sui grandi temi
  • spingere i giovani studenti a scegliere di proseguire gli studi nei campi della scienza, della ricerca, della tecnologia
  • diffondere nella popolazione una “coscienza conservazionista” attraverso un’analisi delle conseguenze del degrado ambientale sul pianeta
  • diffondere l’importanza della biodiversità, i suoi valori diretti e indiretti e le moderne tecniche per conservarla e favorirla
  • tradurre i valori trasmessi in termini di corretti comportamenti e stili di vita sostenibili offrendo a ciascuno l’opportunità di dare un contributo concreto alla tutela e alla conservazione della biodiversità
  • sensibilizzare il pubblico ai temi legati all’ambiente

Sedi esterne: Polo cervese della Biodiversità (1 posizione aperta)
Soggetto proponente: Atlantide
È costituito da Casa delle Farfalle di Milano Marittima, Parco Naturale e Salina di Cervia, strutture che da decenni lavorano per sviluppare una nuova sensibilità nei confronti delle problematiche ambientali, dello sviluppo sostenibile, della tutela delle risorse naturali, con l’obiettivo ultimo di diventare un unico un punto di riferimento a livello nazionale per la ricerca, da divulgazione e la didattica legate alla conservazione della biodiversità animale e vegetale. Dettagliamo di seguito le strutture che compongono il Polo:

LA CASA DELLE FARFALLE DI MILANO MARITTIMA: il tema della conservazione della biodiversità è protagonista alla Casa delle Farfalle di Milano Marittima, eccezionale laboratorio scientifico nato nel 2002 con il duplice obiettivo di ospitare progetti di ricerca, tirocini e tesi sperimentali di laurea dedicati allo studio dell’etologia e dell’ecologia di questi insetti e di offrire una grande vetrina attraverso la quale diffondere una nuova sensibilità ambientale al grande pubblico. La struttura è costituita da: una grande serra tropicale, al cui interno le crisalidi si trasformano, sotto gli occhi dei visitatori, in farfalle adulte; un padiglione dedicato al mondo degli invertebrati; un percorso botanico nell’ampio giardino con le specie tipiche della pineta; una serra denominata “bruco” per la sua forma evocativa, che accoglie specie di farfalle autoctone.

IL PARCO NATURALE DI CERVIA: il Parco Naturale di Cervia con i suoi 27 ettari di pineta, istituito nel 1963, è stato creato allo scopo di salvaguardare una parte considerevole di ambiente naturale, rendendolo nel contempo fruibile dai turisti e dai visitatori. Aperto al pubblico da aprile e ottobre, il Parco Naturale offre un percorso botanico che indica varie essenze autoctone della pineta di Cervia, una ricca selezione di animali che popola il Parco, e tante altre opportunità: dall’orto biologico alle passeggiate a cavallo, dalle numerose proposte didattiche per la scuola a un ricco programma di eventi che animano il parco dalla primavera all’autunno.

LA SALINA DI CERVIA: porta sud del Parco del Delta del Po, è da sempre riserva naturale di popolamento e di nidificazione per molte specie animali e vegetali. La salina è grande un terzo dell’intera estensione del comune di Cervia ed è composta da oltre 50 bacini, circondate da un canale che consente all’acqua del mare Adriatico di entrare e uscire dalla salina. È qui che si forma e si raccoglie il sale, in maniera artigianale, proprio come avveniva un tempo, ma con l’ausilio di un nastro trasportatore e di un carrello.  All’interno dell’area protetta il Centro Visite Salina di Cervia ospita un percorso espositivo che consente di approfondire sia le tematiche storiche ed economiche legate alla produzione del sale, sia gli aspetti naturalistici che caratterizzano l’ambiente della Salina.

NatuRa Museo di Scienze Naturali della città di Ravenna (1 posizione aperta)
Soggetto proponente: Atlantide
È il museo scientifico per eccellenza sul territorio romagnolo, focalizzato com’è sulla diffusione di una cultura scientifica intesa come studi, ricerche, indagini, catalogazioni, laboratori scientifici, fenomeni naturali, cambiamento climatico, sostenibilità. Le attività, i servizi e le iniziative intraprese dal Museo mirano a farne un punto di riferimento per la cultura scientifica e la divulgazione delle tematiche scientifiche al mondo della scuola e al grande pubblico.

Vallette di Ostellato (1 posizione aperta)
Soggetto proponente: Atlantide
Le Vallette di Ostellato, inserite all’interno del parco del Delta del Po emiliano romagnolo, rappresentano un ambiente naturale unico: sono infatti il residuo delle antiche Valli del Mezzano, oggi luogo di sosta, svernamento e nidificazione per numerose specie di uccelli, in particolare acquatici. Sono inserite a pieno titolo tra le ZPS (Zone Protezione Speciale) facenti parte di Rete Natura 2000 per la protezione degli ambienti naturali e della fauna selvatica e sottoposte alla Convenzione Internazionale di Ramsar, che prevede la protezione e la conservazione delle zone umide.

PALCOSCENICI, ARCHIVI E BENI CULTURALI – Invia la tua candidatura

Durata: 12 mesi
Settore progetto: patrimonio storico, artistico e culturale
Titolo del progetto: Palcoscenici, archivi e beni culturali
Scarica la scheda progetto completa

Il progetto intende contribuire a incrementare la fruibilità e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, con particolare attenzione alla fascia d’età giovanile. Tale obiettivo implica la tutela del patrimonio locale, il potenziamento della comunicazione rivolta ai potenziali pubblici e la particolare attenzione riservata alle fasce di popolazione più giovani, che si concretizza in attività mirate al target e alle scuole di ogni ordine e grado del territorio.

Prevede attività di supporto alla qualificazione dei servizi informativi e di accoglienza degli istituti culturali, organizzazione di eventi e iniziative culturali, attività di formazione per bambini e ragazzi e per le scuole, comunicazione.

Parco Poesia Pascoli (1 posizione aperta)
Soggetto proponente: Atlantide
Il Parco Poesia Pascoli unisce idealmente i due luoghi del ricordo e della poesia di Giovanni Pascoli: Villa Torlonia e la casa natale del poeta, oggi Museo Casa Pascoli. Un Progetto Culturale partecipato promosso dall’Amministrazione comunale che ha come obiettivo la valorizzazione della poesia di Giovanni Pascoli legata a San Mauro, paese natio de Poeta, e di tutto un territorio e delle sue eccellenze.
Museo Casa Pascoli
La casa natale di Giovanni Pascoli è il luogo dell’infanzia spensierata e della giovinezza irrequieta del poeta. La casa, di proprietà dei fratelli Pascoli fino al 1880, conserva ancora oggi strutture e arredi originali, cimeli e fotografie, manoscritti e documenti autografi, oltre a punti interattivi e installazioni multimediali per la conoscenza di tutte le novità biografiche. Nell’ampio giardino il visitatore è accompagnato in un percorso alla scoperta delle specie botaniche ricordate in poesia.
All’interno del compendio Domus Pascoli, si trova il Centro di Documentazione e Consultazione del Patrimonio Pascoliano che conserva e rende fruibile anche online le collezioni in archivio organizzate in quattro nuclei principali: Fondo Museo Casa Pascoli, Fondo Accademia Pascoliana, Fondo Piero Pieretti e Fondo Mario Pazzaglia. Un patrimonio pascoliano significativo costituito da carteggi, autografi, manoscritti, fotografie originali e documenti storici, quotidiani e riviste, dipinti e arredi, opuscoli e preziosi volumi.
Museo Multimediale a Villa Torlonia
Situata al centro di quelli che furono i possedimenti rurali di proprietà dei Torlonia, un tempo amministrati dal padre del poeta, Ruggero Pascoli, Villa Torlonia è luogo centrale, assieme a Casa Pascoli, della poesia. Proprio qui infatti, il 10 agosto 1867, la fedele “cavalla storna” riportava Ruggero, assassinato con una fucilata, al rientro da Cesena. Oggi la Villa è aperta al pubblico e i suoi numerosi spazi accolgono spettacoli, rassegne musicali e teatrali, convegni, oltre a essere location ideale per eventi e cerimonie.
Da marzo 2019 nei suggestivi spazi di Villa Torlonia, cultura, innovazione e tecnologia si incontrano per valorizzare la poesia di Giovanni Pascoli con un percorso sensoriale: dai sotterranei del palazzo, dove grazie a scenografie digitali, videomapping, giochi di suoni e parole, il visitatore può immergersi nella poesia, fino al piano terra della villa. Qui alcune sale, allestite con postazioni interattive, consentono di esplorare i luoghi del cuore del poeta, approfondirne gli aspetti storici, artistici e gastronomici, ripercorrendo il legame indissolubile tra Pascoli e la Romagna.

Museo Archeologico di Verucchio (1 posizione aperta)
Soggetto proponente: Comune di Verucchio
Il Museo Civico Archeologico di Verucchio rappresenta un viaggio all’interno degli scavi delle necropoli villanoviane (IX-VII secolo a.C.) rinvenute alle pendici della rupe che ospita oggi il borgo medievale. Il Museo Civico Archeologico è nato nel 1985 dopo un progetto di valorizzazione organizzato dal Comune di Verucchio e  rinnovato ed organizzato maggiormente nel 1995.
Con gli scavi archeologici alle necropoli, iniziate fin dagli anni 60  si scoprì una ricca società caratterizzata dalla  presenza di famiglie aristocratiche; gran parte degli oggetti deposti nelle tombe  si è mantenuto in buonissime condizioni per tutti questi secoli di sepoltura.

_______________________________________________________________________________________________

Cos’è il Servizio Civile?

Il Servizio Civile Nazionale, istituito con la legge 6 marzo 2001 n° 64, – che dal 1° gennaio 2005 si svolge su base esclusivamente volontaria – è un modo di difendere la patria, il cui “dovere” è sancito dall’articolo 52 della Costituzione; una difesa che non deve essere riferita al territorio dello Stato e alla tutela dei suoi confini esterni, quanto alla condivisione di valori comuni e fondanti l’ordinamento democratico.

E’ la possibilità messa a disposizione dei giovani dai 18 ai 28 anni di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace.

Il servizio civile volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, è una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, ambientale, culturale ed economico del nostro Paese.

Chi sceglie di impegnarsi per dodici mesi nel Servizio civile volontario, sceglie di aggiungere un’esperienza qualificante al proprio bagaglio di conoscenze, spendibile nel corso della vita lavorativa, quando non diventa addirittura opportunità di lavoro, nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica.

Chi può presentare domanda?
Ragazze e ragazzi di età compresa fra i 18 e i 28 anni non compiuti in possesso dei seguenti requisiti:

– cittadini dell’Unione europea;
– cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;
– non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

Non possono presentare domanda i giovani che:

  1. a) che appartengono a corpi militari e alle forze di polizia;
  2. b) sono stati condannati con sentenza di primo grado per delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti l’appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata;
    a) già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
    b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi;
    c) non hanno compiuto 18 anno o superato i 28 anni.

Inoltre il periodo svolto è riconosciuto valido per il calcolo dell’anzianità lavorativa ai fini del trattamento previdenziale nel settore pubblico e privato.

A chi rivolgersi per informazioni? 
Gli interessati possono contattare:
Atlantide Soc. Coop. Sociale p.a
personale@atlantide.net