Comunicazione Ambiente Sostenibilità


A.S.V.O.NAUTI

“Gli A.s.v.o.nauti” entrano nelle scuole
Un nuovo progetto didattico per coinvolgere i più giovani sui temi della sostenibilità

Parte “Gli A.s.v.o.nauti”, nuova edizione del progetto didattico promosso da A.S.V.O. Spa, quest’anno incentrato su importanti e attuali tematiche ambientali e dedicato alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di I e II grado degli 11 Comuni soci della zona portogruarese.

Ispirato al programma d’azione dell’Agenda 2030, il nuovo progetto didattico intende sviluppare maggiore conoscenza e consapevolezza riguardo la tutela ambientale e la sostenibilità futura. “Gli A.s.v.o.nauti” sono infatti i protagonisti di un futuro Pianeta dove la vita è incentrata su raccolta differenziata, economia circolare, uso consapevole delle risorse e in generale sulle buone pratiche legate ai principi della sostenibilità.

Tutti i laboratori proposti da “Gli A.s.v.o.nauti” partiranno da questo modello di futuro, cercando di sensibilizzare le giovani generazioni attraverso forme di didattica inclusiva e innovativa: da metodologie emozionali e manipolative per i più piccoli a laboratori e attività esperienziali per i più grandi, tutte le proposte saranno coinvolgenti e stimoleranno alla scoperta. Cooperative learning, in cui gli studenti cooperano per sviluppare un’azione condivisa, storytelling ed escape room, in cui risolvere sfide ed enigmi per ‘evadere’ da uno scenario virtuale, sono solo alcuni esempi di nuove metodologie che renderanno bambini e ragazzi protagonisti dei percorsi didattici.

Per le scuole inoltre alcuni contest, tutti a tema buone pratiche e sviluppo sostenibile, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030: per le scuole primarie “Notizie dal futuro”, con la redazione di un giornale virtualmente datato anno 2030; per le scuole secondarie di I grado “Green (E)motion” con la realizzazione di un filmato tramite la tecnica della Stop Motion; per le scuole secondarie di II grado “Trash Reporter” per la realizzazione di un video servizio TG.

Tante novità anche per i docenti, per i quali è previsto un manuale didattico in formato digitale e un servizio di tutoraggio durante tutto l’anno scolastico, oltre a tanti corsi di aggiornamento tematici.

Il nuovo progetto didattico “Gli A.s.v.o.nauti” è curato dalla cooperativa Atlantide di Cervia, con pluriennale esperienza in progetti scuola e campagne di comunicazione.

Per aderire alle attività, che si svolgeranno da novembre 2019 a maggio 2020, è sufficiente collegarsi al sito www.asvoscuole.net entro il 19 ottobre 2019 compilando l’apposita scheda PDF o in alternativa il form online.

Scarica modulo adesione

Percorsi didattici

 

Per informazioni:
Segreteria ASVOnauti segreteria@asvonauti
tel 0544 1822428 – 0544 1822466

44

PARCO SASSO SIMONE SIMONCELLO

Realizzato nel corso dell’anno scolastico 2018/2019, il progetto si configura in una serie di attività e moduli nell’ambito dell’educazione ambientale, in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

In particolare, i moduli didattici si sono focalizzati sulle seguenti tematiche:

  • Gli ecosistemi: bosco, lago, fiume, montagna
  • Biodiversità, rispetto del territorio e gestione sostenibile delle risorse
  • Biodiversità ed ecosistema del Parco Sasso Simone Simoncello
  • Le componenti abiotiche: aria, acqua, suolo
  • Le stagioni
  • Le energie rinnovabili
  • Il riciclo
  • La sana alimentazione
  • Saperi e tradizioni popolari

In base al modulo, gli incontri in classe possono variare da uno a cinque. Alcuni moduli prevedono inoltre uscite per scoprire il territorio del Parco.

Il progetto ha coinvolto gli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo grado dei sei comuni del territorio dell’Alta val Marecchia: Talamello, San Leo, Novafeltria, Pennabilli, Sant’Agata Feltria, Maiolo.

 

 

 

22

ENERGY@SCHOOL

Progetto triennale (2017 – 2019) finanziato nell’ambito del Programma Europeo Interreg – CENTRAL EUROPE – rivolto alle regioni di nove Stati membri dell’Unione dell’Europa Centrale: Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Slovenia, Ungheria, le regioni orientali della Germania e le regioni settentrionali dell’Italia – e avente capofila l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Energy@School si è proposto di aumentare la capacità del settore pubblico di attivare scuole energeticamente intelligenti, promuovendo buone pratiche e azioni virtuose per la riduzione dei consumi, dello spreco energetico e delle emissioni di CO2, allineandosi perfettamente con gli obiettivi dell’Agenda europea 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Atlantide nello specifico, oltre ad aver sensibilizzato scuole e istituzioni verso il percorso didattico, ha svolto attività di supporto nella definizione dei contenuti e nelle attività didattiche, nella preparazione di materiali didattici, informativi e formativi a supporto, nel tutoring per i programmi formativi, nell’organizzazione di Barcamps e nell’affiancamento all’Unione dei Comuni della Bassa Romagna per il coordinamento generale del progetto.
Attraverso un approccio internazionale che prevedeva corsi di formazione per i docenti e laboratori didattici per gli studenti,  il progetto ha rafforzato le competenze nel campo dell’efficientamento energetico e dell’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili in ambito pubblico, favorendo quindi un cambiamento culturale sui temi energetici.

Il progetto ha previsto una competizione europea tra scuole, in cui venivano premiate le classi che a conclusione del percorso triennale, avevano dimostrato la maggiore riduzione dei consumi energetici monitorati attraverso apparecchiature e strumenti installati ad hoc nelle scuole.

Con sorpresa e tantissima soddisfazione, la competizione ha visto sul podio tre classi medie dell’Istituto Comprensivo “Luigi Battaglia” di Fusignano (RA), premiate con un viaggio di scambio internazionale in Polonia per presentare la loro esperienza.

 

34

IMPARIAMO CON I PESCATORI: L’ORO AZZURRO DELL’ADRIATICO

Progetto di educazione ambientale e alimentare inserito nel piano di azione del FLAG – Costa Emilia-Romagna P.O. FEAMP 2014-2020, sotto l’obiettivo 4.A – “Informazione e formazione: diffondere la conoscenza sulle opportunità offerte dal mondo della pesca e dai mestieri del mare”.

“Impariamo con i pescatori- l’oro azzurro dell’Adriatico”, attraverso percorsi didattici differenziati e uscite sul territorio, si pone due grandi obiettivi:
– promuovere la conoscenza del mare Adriatico e della ricca biodiversità dei luoghi della pesca, al fine di influenzare comportamenti e azioni responsabili, in linea con l’obiettivo 14 dell’Agenda 2030 “Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile”;
– favorire la diffusione della cultura della sana alimentazione attraverso la conoscenza e la promozione dell’utilizzo delle risorse ittiche locali, valorizzandone le proprietà nutritive.

Atlantide si è occupata della progettazione e conduzione dei percorsi didattici nelle scuole, coinvolgendo complessivamente 79 classi di diverso ordine e grado (primarie, secondarie di I e II grado) di 20 differenti Istituti scolastici dei comuni dell’area territoriale del FLAG, che si estende per circa 130 Km, da Goro a Cattolica, abbracciando le province di Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, per un totale di circa 1700 studenti.
Le attività didattiche si sono svolte col supporto di Aqua Srl (RO) e Cooperativa M.A.R.E. (RN).

I percorsi didattici, differenziati a livello tematico in “educazione ambientale” ed “educazione alimentare” prevedevano due incontri in classe e un’uscita presso una delle marinerie della costa dell’Emilia-Romagna.
Per coinvolgere attivamente i ragazzi e le ragazze sono state adottate metodologie innovative e partecipative tali da stimolare la creatività e comportamenti responsabili; in occasione delle uscite sul territorio sono inoltre stati coinvolti chi per il mare vive e lavora, quali i pescatori e gli addetti al settore ittico.

Il progetto prevedeva inoltre un’iniziativa a premi, in cui sono stati premiati i migliori elaborati realizzati sui temi di progetto. Le classi vincitrici hanno così partecipato ad una giornata di attività legate al modo del mare e della pesca, a bordo di motonavi attrezzate come battelli oceanografici.

A conclusione del progetto, ai docenti è stato consegnato un manuale didattico in formato HTML, contenente spunti di lavoro e approfondimenti per integrare il percorso didattico svolto in aula.

Consulta il manuale didattico

   

   

   

13

DIGI E LODE

Con il progetto Digi e Lode il gruppo Hera contribuisce alla digitalizzazione delle scuole nelle città dei clienti che adottano comportamenti digitali virtuosi. Il progetto è rivolto alle scuole primarie e secondarie di 1° grado ed ai clienti dei Comuni nei territori di Bologna, Modena, Ferrara, Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini. Non saranno beneficiarie della campagna le scuole vincitrici nel precedente anno scolastico in modo da poter garantire una distribuzione equa di valore nel territorio.

Il meccanismo è lo stesso: ogni volta che un cliente Hera attiverà un servizio digitale gratuito come la bolletta online, l’iscrizione ai servizi online o il download delle App. interattive per la gestione delle utenze, concorrerà a incrementare un punteggio che verrà ripartito tra le scuole del suo Comune. Per il cliente, inoltre, è possibile scegliere la scuola cui destinare il punteggio acquisito compilando il form sul sito web dedicato all’iniziativa. In questo modo i punti verranno attribuiti alla scuola scelta e acquisteranno un valore maggiore, venendo moltiplicati per 5 volte.

 

Come funziona:

A ciascun comportamento digitale è stato attribuito un punteggio che è funzionale alla generazione delle classifiche: 1 punto per ogni comportamento digitale, ad eccezione del servizio di autolettura digitale al quale è associato un punteggio pari a 0,05.

 

Nell’anno scolastico (2018/2019), il Gruppo Hera ha premiato le 40 scuole del territorio (30 nei

Comuni con più di 50.000 abitanti e 10 nei Comuni sotto i 50.000 abitanti) che hanno raggiunto i punteggi più alti con 100.000 euro complessivi, 2.500 euro ciascuna, per progetti di digitalizzazione con beneficiari gli studenti.

Vi chiediamo di aderire numerosi per sostenere la nostra scuola e i vostri ragazzi verso un futuro e

un’istruzione sempre più digitali! Crediamo in questo progetto e la vostra collaborazione è fondamentale.

 

Attivate i servizi digitali gratuiti di Hera e scegliete la nostra scuola su digielode.gruppohera.it.

 

 

27

PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ PERCORSI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

Progetto promosso dall’Ente di gestione per i Parchi e Biodiversità – Delta del Po in collaborazione con il GAL DELTA 2000 nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale per la Regione Emilia-Romagna 2014-2020, sotto l’Azione 19.2.02-09 “Percorsi di educazione ambientale per avviare percorsi di apprendimento sul paesaggio e biodiversità”.

Obiettivo primario del progetto “Paesaggio e Biodiversità” è sensibilizzare le generazioni future sui temi che sono alla base del riconoscimento ottenuto del Delta del Po come Riserva della Biosfera UNESCO – MaB UNESCO: uomo e biodiversità.

Il programma, curato nella sua progettazione e realizzazione da Atlantide, si è sviluppato su due annualità scolastiche (2017/2018 e 2018/2019), e ha visto il coinvolgimento delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del territorio dell’Area Leader del GAL DELTA 2000, nelle Province di Ferrara e Ravenna, per un totale di 200 classi e circa 4.000 studenti.

I percorsi didattici, articolati in tre incontri in classe e un’uscita nell’area del Delta del Po, hanno affrontato importanti tematiche, quali l’autenticità ecologica e culturale, la temporalità (stagionalità), la naturalità (star bene in natura), la lentezza (rallentare i ritmi) e l’accessibilità (fruibilità e mobilità), in perfetta sintonia con quanto inserito all’interno dell’Agenda europea per lo sviluppo sostenibile 2030.
Per coinvolgere attivamente gli studenti sono state adottate metodologie didattiche tali da sviluppare capacità a livello progettuale, relazionale, espressivo, decisionale e comunicativo, stimolando la partecipazione ai processi decisionali del territorio e alla cittadinanza attiva.

Il progetto ha previsto inoltre un’iniziativa a premi, in cui sono stati valutati i migliori elaborati realizzati sui temi di progetto. Le classi vincitrici sono state premiate con una visita studio.

A conclusione di entrambe le annualità sono stati redatti due Manifesti dei Comportamenti Sostenibili.

Ai docenti è stato consegnato un manuale didattico in formato HTML, contenente spunti di lavoro e approfondimenti per integrare il percorso svolto in aula.

Consulta il manuale didattico 

   

   

   

19

FILL THE GAP

Fill the Gap è un importante progetto per potenziare la rete a supporto della genitorialità, promosso dall’Istituto Comprensivo N. 1 Intercomunale Ravenna/Cervia in collaborazione con il Centro Risorse Educative e Sociali del Comune di Cervia.

Selezionato da “Con i bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile,  è rivolto a bambini nella fascia d’età 0-6 anni, per potenziare il supporto alle famiglie e favorire un clima di fiducia. Percorsi di in-formazione e sportelli d’ascolto, con impronta aggregativa di mutuo aiuto, e una combinazione di seminari e laboratori di carattere educativo, ludico e informativo, avranno l’obiettivo di rafforzare i legami tra i bambini e la comunità educante, formata da famiglie, professionisti del mondo della scuola, dell’educazione, e operatori in ambito sociale e clinico. Il progetto coinvolgerà 9 scuole dell’infanzia e 3 servizi 0-3 del Comune di Cervia.

 

 

 

49

FI.CO Eataly world

FI.CO Eataly world è il parco agroalimentare più grande del mondo; sito a Bologna, si estende su una superficie di 10 ettari in cui si possono ammirare tutte le diverse sfaccettature della biodiversità italiana dalla terra alla tavola.

Studenti e studentesse di scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado possono immedesimarsi, grazie ad una visita guidata all’interno del parco, nel ruolo di Ambasciatori della biodiversità per scoprire e conoscere le diverse zone tematiche in base ad un percorso didattico soggettivo e prestabilito.

La durata del percorso è di circa un’ora in cui gli studenti grazie a giochi, illustrazioni e altro materiale didattico potranno ripercorrere tutte le fasi della filiera agroalimentare. Dopo una breve introduzione sui temi inerenti alla  biodiversità e al consumo responsabile, ragazze e ragazzi visiteranno i luoghi principali legati alle filiere alimentari quali: stalle, orti botanici, fabbriche e il mercato.

Guidati dagli educatori delle società cooperative di “Atlantide” e “La Lumaca”, gli alunni saranno coinvolti nella scoperta del parco tematico acquisendo, spazio dopo spazio, la consapevolezza sui vari passaggi che completano la filiera, visionando tutte  le meraviglie e diversità della campagna italiana, eccellenza che primeggia sul piano della qualità, della sicurezza alimentare, dell’innovazione tecnologica e della sostenibilità nel rispetto della tradizione.

 

 

 

 

 

 

 

 

20

Studenti conro la Zanzara Tigre

Il percorso didattico “Studenti contro la Zanzara Tigre” ha preso il via grazie alla collaborazione del Servizio Prevenzione collettiva e sanità pubblica della Regione (che finanzia il progetto –DGR 731/17) con l’Area Educazione alla sostenibilità di Arpae e il Ceas d’ Eccellenza, Polo Adriatico di Cesenatico. Nel nostro areale geografico questi insetti si riproducono e diffondono molto rapidamente, in particolar modo durante i periodi più caldi ed inoltre alcune abitudini dei cittadini possono aumentarne il rischio di prolificazione  in gran parte degli ambienti domestici; per questo motivo il progetto induce alla conoscenza e consapevolezza inerenti al controllo delle zanzare e si impegna a sensibilizzare : docenti , studenti e rispettive famiglie verso le buone azioni preventive sia  per ridurre, la proliferazione delle zanzare ma anche i rischi provocati dalla loro presenza che rappresentano un problema per la salute della popolazione. Il progetto si estende agli studenti delle scuole primarie (secondo ciclo) e secondarie ed è articolato sulla base di due incontri. 

Per ciascuna classe è previsto un approfondimento sull’anatomia degli artropodi, insetti e sul ciclo biologico della zanzara tigre tramite la visione di video e l’osservazione di campioni entomologici (uova, larve, pupe e adulti). Per il secondo incontro invece è prevista un’indagine nel giardino della scuola in cui i ragazzi, con l’ausilio di un apposito kit di lavoro, andranno alla ricerca di possibili focolai di sviluppo larvale delle zanzare,  raccogliendo campioni da analizzare. In conclusione al progetto verranno fornite  anche informazioni inerenti alle buone pratiche da adottare per contenere la nascita di nuove zanzare nel mansueto.

 

   

   

 

14

FA.TE. Favolose Terre

Prende il via nell’anno scolastico 2019-2020 la nuova edizione di “FA.TE – Favolose Terre”, progetto didattico di educazione alla sostenibilità incentrato sul tema della gestione dell’acqua e del territorio, promosso dal Consorzio di Bonifica della Romagna.

Giunto alla sesta edizione, Favolose Terre invita il mondo della scuola a conoscere le politiche di gestione delle acque e del territorio, con un percorso di educazione alla sostenibilità che prevede un incontro in classe ed una uscita didattica lungo i canali, le opere e i manufatti del Consorzio di Bonifica presenti nei comprensori di riferimento dei plessi scolastici. In linea con gli obiettivi fissati dall’Agenda 2030 Onu, tra i quali “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili” e “Promuovere azioni, a tutti i livelli, per combattere il cambiamento climatico –, il progetto intende sensibilizzare le nuove generazioni verso la necessità di tutela dell’acqua e del territorio.

Con Fa.Te il Consorzio vuole innescare un dialogo attivo con le scuole sui cambiamenti climatici, la subsidenza e le altre problematiche che incidono sulla qualità della vita nelle nostre città, offrire informazioni e competenze per affrontare situazioni di pericolo durante le emergenze idriche e valorizzare il paesaggio culturale della bonifica. Tutte tematiche e attività che il Consorzio affronta e gestisce quotidianamente con le professionalità presenti nella propria struttura.

Il progetto Favolose Terre, al quale hanno aderito nelle passate edizioni 135 classi per un totale di oltre 3.000 studentesse e studenti delle scuole secondarie di I grado del comprensorio di bonifica della Romagna, prevede quest’anno un corso di formazione rivolto ai docenti (riconosciuto dagli Uffici Scolastici Territoriali di Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini e Bologna) e simulazioni realizzate in collaborazione con la Protezione Civile del Comune di Cervia. Grazie al contributo della Fondazione del Monte di Ravenna e Bologna il progetto per la prima volta sarà rivolto anche alla scuola secondaria di II grado della Provincia di Ravenna, con la sezione “Terre d’acqua”.

Il progetto educativo, completamente gratuito, ha anche la finalità di offrire un supporto alle scuole per partecipare al concorso promosso da ANBI ER (Associazione Nazionale Bonifica Irrigazione sezione Emilia-Romagna) che in questa edizione, la XII, invita studenti e docenti a sfidarsi secondo le modalità creative che riterranno più opportune per raccontare la gestione del territorio di pianura e di montagna.

 

 

 

 

 

70