Comunicazione Ambiente Sostenibilità


GREEN JOBS il futuro è green

Finanziato dal GAL Delta2000, il progetto è nato con l’obiettivo di presentare ai ragazzi delle scuole secondarie di II grado delle province di Ferrara e Ravenna le opportunità che si stanno creando a livello di green job e i vantaggi sociali e ambientali che tali professioni rappresentano.

Per gli anni scolastici 2013/2014 e 2014/2015 è stato  possibile realizzare il percorso didattico sulle “professioni verdi”  per 108 classi.

L’obiettivo era orientare i giovani al mondo dei ‘lavori verdi’ e delle professioni ‘sostenibili’, attraverso una serie di appuntamenti da svolgere in classe e un’uscita presso aziende e professionisti del settore. Il contatto diretto fra mondo del lavoro e mondo della scuola è infatti fondamentale per sviluppare un reciproco rapporto di conoscenza e aprire un dialogo costruttivo che permetta ai giovani di assumere informazioni per il proprio orientamento professionale.

Le scuole secondarie di II grado per l’età degli studenti  sono inoltre molto interessate al tema “dell’orientamento lavorativo”, anche nell’ambito della grande attenzione che viene data all’Alternanza Scuola Lavoro con il decreto La Buona Scuola.

 

 

 

244

FILIERE CORTE E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

Percorso didattico sui temi della sostenibilità ambientale promosso da Federconsumatori dal 201112 e attualmente rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado del territorio emiliano-romagnolo.

L’obiettivo primario del progetto è quello di sensibilizzare ed educare gli alunni e le loro famiglie sui temi del consumo critico e sostenibile in tutti gli aspetti della vita quotidiana, dall’utilizzo delle risorse energetiche e delle nuove tecnologie alla scelta dei prodotti al supermercato, partendo da esperienze pratiche e concrete.

La proposta si inserisce nell’ambito delle campagne di comunicazione e sensibilizzazione che Federconsumatori propone sui propri territori di competenza, e si rivolge alle alunne e agli alunni delle scuole primarie e secondarie di I e II grado della provincia di Ravenna e Parma ma è estendibile anche agli altri territori della Regione Emilia-Romagna.

Le attività proposte riguardano 4 diversi ambiti tematici:
Consumo critico e consapevole, con particolare attenzione alle filiere di prodotto alimentare e non, e alle buone pratiche da mettere in atto per diventare consumatori sempre più responsabili;
Uso corretto e responsabile delle nuove tecnologie, riferito in particolare all’utilizzo di computer, cellulari e Tablet da parte delle ragazze e dei ragazzi evidenziandone i vantaggi ma anche i possibili pericoli e insidie;
Fake news: percorso ideato per contrastare la disinformazione e la diffusione di notizie false, con particolare attenzione a come accedere a notizie verificate ed attendibili.
Ludopatie: questo percorso tratta temi di attualità legati ad una delle forme di dipendenza della società moderna che coinvolge sia adulti che giovani e giovanissimi: il web! L’obiettivo è la prevenzione e il contrasto di comportamenti poco responsabili e pericolosi per la salute legati all’utilizzo di videogiochi, sia su Internet che offline.

Le metodologie che Atlantide propone vengono selezionate tra quelle che risultano più efficaci in termini di di crescita sociale, apprendimento, coinvolgimento, responsabilità e inclusività, come ad esempio il “learning by doing“, gli “alberi per discutere” e il “role playing“.

Il progetto si articola in uno o due incontri in aula della durata di due ore, a seconda del tema scelto. A completamento del percorso didattico con le classi, sono previsti inoltre incontri tematici con le famiglie, con approfondimenti guidati da esperti del settore.

 

 

214

PIANETA CLARA

 

 

Progetto di educazione ambientale promosso da Clara S.p.a., dedicato al tema della sostenibilità ambientale legata ai rifiuti e rivolto a tutte le scuole del territorio servito dall’azienda.

“Pianeta Clara”, curato da Atlantide e dalla Cooperativa La Lumaca con la collaborazione di Girogirotondo e CADF, è il progetto di educazione ambientale dedicato al tema della sostenibilità ambientale legata ai rifiuti, alle buone pratiche e ai comportamenti sostenibili dedicato a tutte le scuole del territorio, statali e paritarie, dalle scuole dell’infanzia agli istituti di Istruzione superiore.

Il programma prevede numerose attività e proposte per tutte le scuole statali e paritarie, dall’infanzia agli Istituti di Istruzione Superiore, quali:

  • incontri ludico didattici e rappresentazioni teatrali per i più piccoli, incentrati sul tema della raccolta differenziata e sulle tipologie di rifiuti;
  • incontri in classe didattici e formativi sui rifiuti e il loro impatto sull’ambiente, sui diversi materiali e il loro possibile riutilizzo e, per i più grandi, sul tema dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale;

Temi centrali del percorso didattico sono i materiali e le risorse, con lo scopo di sensibilizzare i più giovani sull’importanza di ridurre gli sprechi, riutilizzando e riciclando i rifiuti, stimolandoli verso un agire virtuoso e consapevole, in linea con l’impegno dell’azienda e con il programma d’azione dell’Agenda 2030.

L’approccio, diversificato per età, prevede un coinvolgimento attivo degli alunni, affiancando ai sistemi più tradizionali metodologie innovative e l’utilizzo delle nuove tecnologie e dei linguaggi multimediali.

Il progetto è attivo nel territorio servito da Clara S.p.a. e ha coinvolto nel corso dell’a.a. 2018-2019 ben 25 Comuni e 94 scuole, per un totale di 318 classi e circa 6.300 studenti.

Per maggiori informazioni: pianetaclara@clarambiente.it

   

   

   

 

337

LA GRANDE MACCHINA DEL MONDO

Sui temi energia, ambiente e acqua, “La Grande Macchina del Mondo” è il progetto didattico gratuito  promosso dal gruppo Hera-Spa nelle scuole, dall’infanzia alla secondaria di secondo grado, dei territori di Bologna, Modena, Ferrara, Imola, Faenza, Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini; da due anni inoltre, la Grande Macchina del Mondo è presente anche sui territori di Trieste, Udine, Padova e Gorizia serviti da AcegasAps Amga, azienda del Gruppo Hera per il Triveneto.  Il progetto entra nelle scuole ogni anno dal 2010-11 nelle vesti di un progetto educativo in linea con le politiche ambientali messe in atto dalla regione Emilia-Romagna come il Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti, il Piano Energetico Regionale e il Piano di Tutela delle Acque; nello scorso anno scolastico 201819, l’iniziativa ha raggiunto quasi 80.000 studenti distribuiti in oltre 3.700 classi delle scuole dell’obbligo e oltre 22.000 ragazzi degli istituti superiori, numeri importanti che pongono “La Grande Macchina del Mondo” tra i progetti di educazione ambientale più importanti d’Italia per l’attualità delle tematiche che vengono sviluppate, le metodologie utilizzate e la qualità didattica offerta. Ogni anno, laboratori, spettacoli teatrali e giochi didattici contribuiscono infatti ad educare gli spettatori al rispetto ambientale coinvolgendo temi come lo sviluppo sostenibile del territorio, l’uso intelligente dell’energia e uso efficiente delle risorse senza omettere tematiche quali: riduzione dei rifiuti urbani, il loro possibile riutilizzo a fine vita, e l’importanza della raccolta differenziata. La grande macchina del mondo risulta essere un progetto di educazione ambientale che si distingue perché non rimane confinato nelle aule scolastiche ma ha un legame stretto e profondo con ciò che accade nella società e nel territorio, portando oltre 100 educatori ad una relazione diretta con studenti e insegnanti dell’Emila Romagna e del Triveneto.

    

 

 

 

 

 

Scarica la brochure completa del progetto La Grande Macchina del Mondo

Per approfondimenti ragazzi.gruppohera.i

 

 

499