IT  EN 

Museo della Cittą e Domus del Chirurgo

 

    


   

Per informazioni:
tel. 347 4110474
@ museodellacitta@atlantide.net                                                            

 
                             

 

Un viaggio nel passato per scoprire la storia di Rimini, dall'area archeologica della Domus del Chirurgo, alla scuola pittorica del '300 riminese, agli splendori della signoria dei Malatesta.
 

Alla fine degli anni '80, con i lavori di arredo urbano della centrale piazza Ferrari, è stato scoperto un sito archeologico di straordinaria importanza, con testimonianze dall'età romana al Medioevo: la Domus del Chirurgo, aperta al pubblico nel 2007.

Nell'area, a ridosso delle mura di Ariminum, non lontano dall'antico porto, sorgeva la "domus del chirurgo", così chiamata dalla professione dell'ultimo proprietario, un medico di cultura greca, Eutyches.
Distrutta per un incendio intorno alla metà del III secolo, la Domus ha rivelato, fra le macerie del crollo, strutture, mosaici, intonaci, arredi e suppellettili che offrono una 'fotografia' eccezionale della vita nella Rimini antica.
Proprio in questo ambiente è stato scoperto un eccezionale corredo chirurgico-farmaceutico, il più ricco al mondo giunto dall'antichità. 


La visita dell'area di scavo si integra con quella della sezione archeologica nel vicino Museo della Città (via Tonini 1), dove l'esposizione dei materiali, preceduta da una ricostruzione della taberna medica, documenta momenti della vita professionale e privata. 

Il Museo della Città offre al visitatore ritrovamenti archeologici, donazioni, opere d'arte e preziose collezioni. Tra le tante opere pittoriche spicca la Pietà dipinta da Giovanni Bellini, capolavoro di committenza malatestiana.  

I due siti nel cuore di Rimini organizzano eventi, visite guidate, laboratori e incontri per far sperimentare, a grandi e bambini, la storia e i suoi segreti in modo coinvolgente e interessante.